Errore
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JLIB_FILESYSTEM_ERROR_PATH_IS_NOT_A_FOLDER_FOLDER
  • JLIB_FILESYSTEM_ERROR_PATH_IS_NOT_A_FOLDER_FILES
A+ A A-

M5S: "Perché la pista del ghiaccio non ha avuto un bando?"

pista newsTORINO 22 nov (Però Torino) - Ieri abbiamo parlato della pista di pattinaggio di piazza Carlo Alberto e dell'assenza di alcun bando di gara per l'affidamento del terreno, delle agevolazioni e dei contributi in contanti. Leggi qui. Ecco l'interrogazione presentata in Comune dal Movimento 5 Stelle, proprio su questo spinoso caso, a firma di Chiara Appendino e di Vittorio Bertola:

 

C I T T À  D I  T O R I N O

INTERPELLANZA: UNA PISTA DI PATTINAGGIO D_ORO.

 I sottoscritti Consiglieri Comunali  

 PREMESSO

 

-         che con la deliberazione n. mecc. 05335/069 del 5 novembre 2013 veniva approvata l’iniziativa proposta dalla Federazione Italiana Sport Ghiaccio Comitato Regionale Piemonte di una pista temporanea di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Carlo Alberto dal giorno 11 novembre 2013 al giorno 15 febbraio 2014 per un totale di 96 giorni;

-         che con la medesima delibera veniva concesso un contributo di euro 23.000,00 all’associazione “A.S.D. Piemonte Ice” in collaborazione con la Federazione Italiana Sport Ghiaccio Comitato Regionale Piemonte;

-         che con la medesima delibera veniva concesso uno sconto sul canone di occupazione del suolo pubblico pari ad euro 37.815,54;

-         che con la medesima delibera venivano concessi servizi gratuiti da parte della Città di Torino per un valore di euro 2.560,00;

-         che con la medesima delibera veniva autorizzata l’apertura di un punto di somministrazione di alimenti e bevande, nella locuzione comune definibile come “bar”, in piazza Carlo Alberto dal giorno 11 novembre 2013 al giorno 15 febbraio 2014;

-         che con la medesima delibera la Città si fa carico della campagna di comunicazione e di promozione dell’iniziativa, non quantificando la spesa in delibera;

-         che i benefici economici totali relativi alla pista di pattinaggio per 96 giorni ammontano dunque a Euro 63.375,54, pari ad euro 660/giorno;

 

CONSTATATO

 

-         che dai dati esposti nella narrativa risulterebbero n. 2.991 ingressi ridotti e n. 2.458 ingressi a biglietto pieno nell’anno 2012;

-         che i biglietti d’ingresso l’anno scorso erano Euro 4,00 ridotto, Euro 5,00 intero feriale, Euro 7,00 intero festivo;

-         che vi era anche la possibilità di affittare i pattini;

-         che la collocazione del posto di somministrazione è particolarmente ambita, in quanto sita  nel pieno centro a Torino ed attigua ad un grande afflusso di persone;

-         che nel territorio comunale vi saranno altre piste di pattinaggio sul ghiaccio installate, senza beneficiare dei medesimi contributi;

-         che quest’anno è il secondo anno nel quale viene installata la medesima pista del ghiaccio;

-         che, benché l’Amministrazione avesse da tempo intenzione di favorire una iniziativa come questa, non è stato fatto alcun bando per verificare la disponibilità da parte di altri soggetti di installare una pista di pattinaggio con le medesime condizioni;

-         che non è stato effettuato alcun bando per assegnare il punto di somministrazione, sebbene molti esercenti dell’area centrale e non solo potevano essere interessati a prenderlo in gestione;

-         che abbiamo appreso da fonti di stampa che pare vi sarà la presenza di sponsor privati, tra questi probabilmente i panettoni “Galup”, i quali presumibilmente saranno contrattualizzati per la loro presenza;

-         che molto probabilmente, almeno così si intende da quanto diffuso tramite mezzi stampa, oltre alla somministrazione vi sarà anche la vendita di prodotti dello sponsor;

 

EVIDENZIATO

 

-         che il presidente della Federazione Italiana Sport Ghiaccio Comitato Regionale Piemonte è il sig. Marco Bellion già consigliere della Regione Piemonte per il Partito Democratico nell’VIII legislatura;

-         che la L. 241/1990 all’art. 12 stabilisce che “La concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l’attribuzione di vantaggi economici di qualunque genere a persone ed enti pubblici o privati sono subordinate alla predeterminazione ed alla pubblicazione da parte delle amministrazioni procedenti, nelle forme previste dai rispettivi ordinamenti, dei criteri e delle modalità cui le amministrazioni stesse devono attenersi.” limitando in tal modo, nella forma e nella sostanza, la discrezionalità dell’Amministrazione nella concessione dei contributi; 

INTERPELLANO 

 Il Sindaco e gli Assessori competenti al fine di sapere:

 

1.         perché non sia stato fatto un bando al fine di verificare la disponibilità di un soggetto italiano o estero interessato a collocare una pista di pattinaggio sul ghiaccio e a fornire i medesimi servizi, compresi quelli relativi alla pratica sportiva, con condizioni economiche più vantaggiose per la Città;

2.         a quanto ammonti il fatturato dello scorso anno del punto di somministrazione;

3.         a quanto ammontino gli incassi dell’affitto dei pattini;

4.         a quanto ammonti la sponsorizzazione dei privati all’iniziativa;

5.         se sia vero che sarà anche aperto un punto vendita dei prodotti dello sponsor;

6.         se sia stata concessa da IREN una riduzione od uno sconto per le forniture elettriche della pista di pattinaggio;

7.         se l’Amministrazione non ritenga più opportuno supportare, anche economicamente, attività sportive collocate in posti meno attraenti rispetto a quelli centrali, al fine di favorire le società sportive minori e periferiche;

8.         se siano state consultate le associazioni di categoria;

9.         se il rapporto tra le entrate del Comune ed il contributo totale erogato dal Comune all’Associazione risulti compatibile con le attuali norme regolamentari. 

 Chiara Appendino

 

 

Vittorio Bertola  

eMotiKO 300 x 250 Nuovi