Errore
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JLIB_FILESYSTEM_ERROR_PATH_IS_NOT_A_FOLDER_FOLDER
  • JLIB_FILESYSTEM_ERROR_PATH_IS_NOT_A_FOLDER_FILES
A+ A A-

Il Toro dopo 20 anni vince il derby. Violenza: Marotta attacca i giornalisti

SottolaCurvaTORINO 27 apr (Però Torino) - Il Torino torna a vincere il derby della Mole vent'anni dopo l'ultima volta e il tecnico Giampiero Ventura dichiara soddisfatto nel post partita. Ma la domenica è stata macchiata da gravi episodi di violenza.

 

"Una vittoria che mancava dalla notte dei tempi - esordisce -. In questi quattro anni abbiamo costruito dal nulla una torta importante per il futuro di questo club, mancava solo una ciliegina. Ora mancano sette partite per provare a giocarci qualcosa di più. La pressione l'abbiamo sentita di più negli anni precedenti, quest'anno siamo stati più maturi, altrimenti non avremmo ottenuti quelle vittorie prestigiose arrivate quest'anno".
Il mister granata spiega come aveva preparato la gara, soffermandosi anche sul gap con le big dal punto di vista economico: "Ad inizio partita pensavo giocassero in modo diverso, ma alla lettura delle formazioni ci siamo adeguati - prosegue -. Si può fare calcio indipendentemente dal budget a disposizione, in questi anni abbiamo anche prodotto parecchie plusvalenze. Ovvio che non possiamo avere gli stessi obiettivi della Juventus, ma si può fare bel calcio".
Il Toro è ottavo in classifica e crede in un piazzamento in Europa: "Abbiamo sofferto soprattutto alla fine, ma se penso alle partite precedenti posso dire che alla fine abbiamo meritato - conclude -. Ci sono ancora delle possibilità per poterla raggiungere l'Europa, siamo scesi in campo con la mentalità giusta, credendoci. In questi quattro anni abbiamo cambiato modo di pensare e l'immagine di questo club. E' una grandissima soddisfazione".DarmianDerby

Le parole di Max Allegri

"Rispetto alle ultime partite, quella di oggi è stata una delle migliori – ha affernato il tecnico bianconero -. Abbiamo creato moltissimo, siamo stati un po' imprecisi e fortunati. Abbiamo fatto una bella partita, dispiace non aver portato a casa un risultato positivo perché credo che la squadra lo meritasse. A volte nel calcio si gioca bene e non si portano a casa punti, anche se paradossalmente oggi ne abbiamo guadagnati due sulla Lazio".BombaCarta 1
Sulla rete di Quagliarella, l'ex: "In occasione del secondo gol non avremmo dovuto permettere ai giocatori del Torino di attaccarci in una situazione di superiorità numerica in due contro uno".
Allegri non cerca alibi: "Il turnover non è una motivazione valida per giustificare la sconfitta, bisogna valutare le letture: ad esempio abbiamo giocato con troppa foga sul finale del primo tempo quando invece avremmo dovuto avere più pazienza lasciando meno spazi agli avversari - sottolinea -. Ci sono momenti della partita, specie quando giochi ogni tre giorni, in cui bisogna gestirsi e tenere più la palla. Sfido chiunque a giocare per 90' con tutti gli uomini nella metà campo avversaria".

Marotta: "Ci danno dei ladri, ecco il risultato"

L'amministratore delegato della Juventus Beppe Marotta è furioso dopo la sassaiola contro il pullman bianconero prima del derby di Torino.
"Sicuramente si è trattato di un fatto di grave violenza, deplorevole, secondo me preventivabile, frutto anche di alcuni editorialisti, alcuni giornalisti della vostra classe, che spesso usano un linguaggio assolutamente contro di noi, non valutando quelli che sono, invece, i meriti sportivi e, quindi, è normale che, poi, la conseguenza della gente sia questa", sono le sue parole.assaltoPullman
"La speranza è che non si arrivi veramente a un fatto grave, di cui, poi, tutti noi dovremo pentircene – ancora Marotta -. Io parlo di alcuni della vostra categoria, non parlo né di una televisione, né di un giornale. Basta leggere un pezzo di stamattina su un autorevole quotidiano sportivo in cui veniamo tacciati di essere dei ladri. Quindi, questo la dice lunga su quello che, poi, è il fatto che si è riproposto alle 13,30".
La bomba carta lanciata nella curva del Torino durante il derby potrebbe avere un costo salatissimo per la Juventus.
Il giudice sportivo Tosel, infatti, deciderà che provvedimenti prendere e potrebbe decidere di chiudere almeno la curva che ospita i tifosi più caldi della Vecchia Signora, se non addirittura tutto lo stadio. La partita contro la Fiorentina, che potrebbe regalare lo scudetto alla squadra di Massimiliano Allegri già mercoledì sera, potrebbe quindi essere disputata in un impianto parzialmente o del tutto privo di tifosi.

Nuovo giallo sulla bomba carta: juventini innocenti?

Diventa un giallo la bomba carta esplosa nella curva dei tifosi del Torino durante il derby della Mole. E' infatti possibile che l'ordigno, che ha ferito 10 persone allo stadio Olimpico, non sia stato lanciato da tifosi della Juventus. Lo ha riferito l'Ansa.
Secondo una nuova ipotesi, infatti, la bomba potrebbe essere stata confezionata sul posto dagli stessi granata rimasti feriti. La ricostruzione degli inquirenti emerge dai filmati, visionati in queste ore dalla Polizia. La relazione è stata consegnata al pm Andrea Padalino, che ha aperto un'inchiesta.
Se fosse verificata la responsabilità dei tifosi della Juventus, potrebbe scattare la squalifica per uno o più settori dello Stadium.

Mario Bocchio

 

eMotiKO 300 x 250 Nuovi