Errore
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JLIB_FILESYSTEM_ERROR_PATH_IS_NOT_A_FOLDER_FOLDER
  • JLIB_FILESYSTEM_ERROR_PATH_IS_NOT_A_FOLDER_FILES
A+ A A-
Però Torino n. 63 - 31/01/2013

peroto63 copertina
ARRIVEDERCI INDUSTRIA
Le prospettive per il 2013 sono ancora grigie. Persi 50mila posti negli ultimi cinque anni. Buone notizie solo a sprazzi, come il nuovo stabilimento Maserati. Servono aiuti, ma soprattutto ripensare lo sviluppo del territorio.

 


Però è anche su Facebook, entra qui e clicca su "mi piace"

E ancora: caos nomadi. Arrivano 5 milioni da spendere per arginare l'emergenza. Ma c'è già chi denuncia: "Il Comune li userà per fare un nuovo campo attrezzato". Proteste dei cittadini.

E poi: ci chiedono di fare la differenziata, ma l'Amiat che fa? Ecco le risposte ai dubbi più frequenti. Come ad esempio: separiamo carta e plastica, ma poi arriva il compattatore e mette tutto insieme.

E ancora tante altre notizie su Però Torino!

 

SEPARATI E DISPERATI. La difficilissima vita dei padri separati a Torino: problemi economici, ostacoli nel vedere i figli, questioni legali con le ex mogli. Un'associazione cerca di aiutarli.

Però è anche su Facebook, entra qui e clicca su "mi piace"

E ancora: problemi in famiglia per l'assessore; il traforo di corso Grosseto; i torinesi alle Olimpiadi; la voglia di "mattone" dei nostri concittadini.

 

E tanto altro ancora.

Tutto su Però Torino.

Però Torino n. 62 - 21/09/2012

peroto062 copertina
MULTE ILLEGALI
Gli ausiliari del traffico continuano a fare multe anche se non avrebbero facoltà. Ecco i numeri del primo semestre 2012. E il modulo per fare ricorso.

 


Però è anche su Facebook, entra qui e clicca su "mi piace"

 

E ancora: caos panchine. In piazza Castello rischiano di sparire per colpa dei vandali. Ma è giusto che il Comune si arrenda ai danneggiatori? Marcia indietro.

 

E poi: il gioco delle tre carte del gruppo Nh Hoteles, che chiude l'hotel Ligure e per non licenziare i suoi dipendenti mette in cassa quelli dell'Ambasciatori.

 

Non finisce qui: l'antipolitica cresce. Ma ecco le storie di imprenditori disonesti che però sono sempre pronti a puntare il dito.
Lavoro a (proprio) rischio: un operaio ci racconta come ad agosto le aziende per fronteggiare la crisi approfittino spesso di lavoratori extracomunitari. Senza contratto e strumenti adatti. E ancora: alla scoperta del punto G e cani sfortunati che cercano una casa.

 

E ancora tante altre notizie su Però Torino!

 

SEPARATI E DISPERATI. La difficilissima vita dei padri separati a Torino: problemi economici, ostacoli nel vedere i figli, questioni legali con le ex mogli. Un'associazione cerca di aiutarli.

Però è anche su Facebook, entra qui e clicca su "mi piace"

E ancora: problemi in famiglia per l'assessore; il traforo di corso Grosseto; i torinesi alle Olimpiadi; la voglia di "mattone" dei nostri concittadini.

 

E tanto altro ancora.

Tutto su Però Torino.

Però Torino n. 61 - 13/07/2012
Però Torino n. 61 - 13/07/2012

 

E…STATE IN CITTA'! C’è la crisi. Avete pochi soldi per le vacanze? Niente paura. Non mancano le occasioni per divertirsi e per scoprire meravigliosi scorci di Torino e del Piemonte. Seguite la nostra guida.

 

Ma ci sono per voi un sacco di altre notizie. Parliamo dei World Master Games, le olimpiadi degli over 35 che, fra molti dubbi e l’indifferenza di tutti, sono previste in città nel 2013. Pochi fondi e molti pareri contrari. Ecco tutti i retroscena.

 

 

Però è anche su Facebook, entra qui e clicca su "mi piace"

 

E poi: il caso dei parcheggi pertinenziali. Se ne costruiranno davvero altri? Ancora: a Collegno di notte alcuni rom del campo nomadi fermano e minacciano gli automobilisti.

 

Non finisce qui: un’azienda rischia di chiudere per colpa della Variante 200; alle Molinette si prova a tagliare gli sprechi pur mantenendo tutti i servizi; un nuovo regolamento contro il racket dei morti; un’associazione torinese vi protegge contro chi vuole manipolarvi la mente; e infine, l’oroscopo dell’estate.

 

E ancora tante altre notizie su Però Torino!

 

SEPARATI E DISPERATI. La difficilissima vita dei padri separati a Torino: problemi economici, ostacoli nel vedere i figli, questioni legali con le ex mogli. Un'associazione cerca di aiutarli.

Però è anche su Facebook, entra qui e clicca su "mi piace"

E ancora: problemi in famiglia per l'assessore; il traforo di corso Grosseto; i torinesi alle Olimpiadi; la voglia di "mattone" dei nostri concittadini.

 

E tanto altro ancora.

Tutto su Però Torino.

Però Torino n. 60 - 30/05/2012
Però Torino n. 60 - 30/05/2012

SEPARATI E DISPERATI. La difficilissima vita dei padri separati a Torino: problemi economici, ostacoli nel vedere i figli, questioni legali con le ex mogli. Un'associazione cerca di aiutarli.

Però è anche su Facebook, entra qui e clicca su "mi piace"

E ancora: problemi in famiglia per l'assessore; il traforo di corso Grosseto; i torinesi alle Olimpiadi; la voglia di "mattone" dei nostri concittadini.

 

 

E tanto altro ancora.

Tutto su Però Torino.

SEPARATI E DISPERATI. La difficilissima vita dei padri separati a Torino: problemi economici, ostacoli nel vedere i figli, questioni legali con le ex mogli. Un'associazione cerca di aiutarli.

Però è anche su Facebook, entra qui e clicca su "mi piace"

E ancora: problemi in famiglia per l'assessore; il traforo di corso Grosseto; i torinesi alle Olimpiadi; la voglia di "mattone" dei nostri concittadini.

 

E tanto altro ancora.

Tutto su Però Torino.

Però Torino n. 59 - 27/04/2012
Però Torino n. 59 - 27/04/2012

TORINO INFETTA: Cambiamenti climatici, flussi migratori, batteri e virus resistenti ai farmaci: a Torino torna a crescere il tasso di infezioni, vecchie e nuove. Intanto l’Amedeo di Savoia rischia di chiudere.

Però è anche su Facebook, entra qui e clicca su "mi piace"

Ma c’è ovviamente anche altro. Le sigarette fanno male alla salute e anche al portafoglio. Perché costano così care? Il caso della fabbrica torinese di sigarette Yesmoke.

Il caso: un vigile sgarbato viene ripreso da un cittadino. E il video fa il giro del Web.

Inoltre: interviste ai politici Angelo Burzi (Pdl) e Mauro Laus (Pd); Marok, torinese celebre in Rete; il Festival Tavagnasco Rock. E lo speciale foto: le immagini dei lettori che hanno ricevuto più “mi piace” su Facebook.

 

E tanto altro ancora.

Tutto su Però Torino.

Però Torino n. 58 - 30/03/2012
Però Torino n. 58 - 30/03/2012

UNA MOLE DI TASSE: La Commissione Tributaria sta ripescando 18mila vecchi contenziosi mai chiusi. Potrebbero arrivarvi da pagare le imposte di vostro nonno. Anche se voi non sapete nulla delle tasse dei vostri avi...

Però è anche su Facebook, entra qui e clicca su "mi piace"

Ovviamente non finisce qui. Siamo andati al di là del Frejus, per trascorrere una sabato a Modane e dintorni. Obiettivo: capire se anche lì si protesta contro la Torino-Lione. E anche se qualcosa si muove, sembra di stare ad anni luce dalla Val Susa.

Ancora: il caso Csea. L'azienda di formazione professionale è sul lastrico, con un buco in bilancio da quasi 16 milioni di euro, e i lavoratori senza stipendio da quattro mesi. I retroscena dello scandalo.

In più: operazione della società autostrade Torino-Milano; uno strano caso bancario; le curiose vite di torinesi famosi; le tante "Torino" in giro per il mondo.

E tanto altro ancora.

Tutto su Però Torino.

Però Torino n. 57 - 24/02/2012
Però Torino n. 57 - 24/02/2012

IL CAPPIO DI EQUITALIA: Aziende costrette a chiudere, famiglie sul lastrico, case pignorate. Una metropoli impiccata: chi ritarda un pagamento allo Stato o a un altro Ente pubblico diventa preda della implacabile società di riscossione. Che non si cura troppo di verificare i titoli legali di alcuni crediti.

Però è anche su Facebook, entra qui e clicca su "mi piace"

Ma non è tutto. C'è anche la storia di Davide Rossi, partito da Torino col suo violino per conquistare il mondo e che adesso suona e lavora per i Coldplay. Fra musica, caffè e star di Hollywood.

Ma ancora: il caos Fondiaria Sai. C'è timore per i 1400 lavoratori torinesi dell'Impero Ligresti che è in vendita. Quale futuro per loro?

In più: le infinite liste d'attesa per prenotare esami e visite mediche; il centro per cambiare sesso a Torino; la crisi delle televisioni locali. E tanto altro.

Tutto su Però Torino.

Però Torino n. 56 - 27/01/2012
Però Torino n. 56 - 27/01/2012

Speculare sul dolore, prendere mazzette per indirizzare i parenti dei defunti a onoranze funebri che corrompono infermieri e addetti alle camere mortuarie.

Anche a Torino è diffusa la pratica del racket dei morti. Però Torino in questo numero dedica la propria inchiesta principale al mercato delle salme, a quanto è diffuso e a come fare per debellarlo. Fra casi particolare, proposte di legge e arresti.

Però è anche su Facebook, entra qui e clicca su "mi piace"

Ma non è tutto. C'è anche la questione delle partecipate del Comune, che l'amministrazione mette in vendita per ricavarci circa 200 milioni di euro. Troppo pochi, forse. E intanto anche tedeschi e francesi si avvicinano...

Questione "movida": i gestori locali sono tartassati dalle multe, spesso per ragioni davvero improbabili. Eppure il movimento che hanno creato è un bene aggiunto per tutti: ragazzi, residenti, Comune e turisti.

Spazio poi a un bellissimo reportage fotografico direttamente dall'Afghanistan, un colonnello torinese dell'Aeronautica addestra i futuri piloti dell'Afghan Air Force.

E poi tanto altro ancora. I tagli di Trenitalia, la sede della Fait che vola verso Detroit, come funziona la raccolta differenziata, un'intervista ai Moderni reduci dal successo di X Factor, l'oroscopo ai politici e le immancabili rubriche.

Tutto su Però Torino.

Però Torino n. 55 - 9/12/2011
Però Torino n. 55 - 9/12/2011

La città è fatta da gente che conta (non sono tanti) e da gente che conta un po’ meno, la maggioranza dei torinesi. Come ogni anno, Però propone i torinesi dell’anno: quelli le cui decisioni si riverberano nella nostra  vita quotidiana e quelli le cui gesta influenzano il nostro immaginario collettivo o soggettivo.

C’è la politica,  lo sport, lo spettacolo: tutto quanto ?nisce sui mezzi di informazione, ma anche qualcosa di un po’ più nascosto e di meno pubblico. E poi imprenditori di successo, con qualche volto a sorpresa. A tutti loro Però ha fatto anche un piccolo regalo di Natale. Perché a Natale siamo tutti più buoni. O forse no.

Però è anche su Facebook, entra qui e clicca su "mi piace"

Ma non è tutto. Il numero di Però non si esaurisce qui. C'è un articolo sui treni notte che scompaiono dal programma di Trenitalia, lasciando sul lastrico i lavoratori e obbligando i viaggiatori e spendere di più.

C'è l'affare "Casa Gramsci". Il Comune ha svenduto un palazzo a una società privata, motivando il prezzo di favore con l'apertura di un albergo. Ma nel frattempo, la stessa società ha chiuso il "Ligure"...

E poi: un reportage dal carcere delle Vallette, un'intervista al manager delle miss, le rubriche e tanto altro ancora.

Però Torino n. 54 - 18/11/2011
Però Torino n. 54 - 18/11/2011

Che fine ha fatto Chiamparino? L’ex sindaco più amato d’Italia è un po’ meno amato dal suo stesso partito. Di fatto pare lo abbiano scaricato, anche se lui non si lamenta. Anzi.

Però in questo numero intervista l’ex primo cittadino di Torino, per capire cosa pensa e cosa fa un uomo del suo spessore politico che, nonostante la sua esperienza, sembra esser stato messo in naftalina. Ecco a voi il ritratto di un disoccupato di lusso. Però è anche su Facebook, entra qui e clicca su "mi piace"

Ma non è tutto. Però è andato a esplorare anche la galassia delle industrie torinesi. Anche se la Fiat rimane la più grande, ce ne sono molte altre. È possibile un futuro per la città senza la fabbrica di automobili più famosa d’Italia?

Si parla poi dello sballo del sabato sera: un vizio antico che torinesi (e non) si portano dietro dai tempi dell’Impero Romano. Ma non finisce qui. Truffe online, InformaGiovani, le partecipate del Comune in vendita: sono solo alcuni dei temi di un numero di Però tutto da leggere.

Però Torino n. 53 - 28/10/2011
Però Torino n. 53 - 28/10/2011Le code chilometriche che si formano agli sportelli delle Asl hanno dato vita a un fenomeno particolarmente odioso, con tanto di prezzo stabilito per la vendita del bigliettino: 5 euro. In diversi sportelli di prenotazione sono stati segnalate persone, veri e propri bagarini, che fanno incetta di “numerini” e poi li rivendono per fare saltare le code a chi li acquista. Il personale amministrativo ha dovuto confermare i casi. Tanto che il fatto ha avuto anche un’eco in consiglio regionale, dove il consigliere Pd Nino Boeti ha chiesto alla Giunta di intervenire e vigilare. Tra gli altri servizi contenuti nel numero: la progressiva soppressione dei vagoni letto, da parte di Trenitalia, sta mettendo in pericolo decine di posti di lavoro; la vicenda dei lavoratori della cooperativa Rear, che denunciano di essere sottopagati, con la risposta del presidente Maurizio Laus. E un approfondimento sui “gay di destra”: il mondo omosessuale non è solo appannaggio della sinistra.
Però Torino n. 52 - 30/09/2011
Però Torino n. 52 - 30/09/2011Il mega aumento: viaggiare sui mezzi pubblici a Torino da gennaio potrà costare fino a 1,50 euro. la volontà della giunta è questa, a meno che qualcuno non li fermi.
Però Torino n. 51 - 24/06/2011
Però Torino n. 51 - 24/06/2011Ecco chi saranno le donne e gli uomini che guideranno la nostra città per i prossimi cinque anni. Salvo scandali e dimissioni varie, ovviamente. Una squadra voluta dal nuovo sindaco Piero Fassino, che di fatto ha messo in panchina il 90 per cento di coloro che hanno collaborato nella cavalcata di Sergio Chiamparino, nel corso degli ultimi dieci anni.
Però Torino n. 50 11/05/2011
Però Torino n. 50 11/05/2011

Torino capitale delle nuove droghe. Il gruppo Abele denuncia e i Sert confermano: se questa è Gran Torino, di certo c'è un grande e continuo sballo. Dalla chetamina al crack, dall'eroina (fumata) alla classica cocaina per via nasale, gli abitanti del capoluogo subalpino non si fanno mancare proprio nulla.

Ma sul numero 50 di Però ci sono tante altre cose da scoprire. Così come il fatto che le pelli dei conigli macellati nella nostra regione finiscono tutte in Cina, dove le aziende di abbigliamento le acquistano in quantità enormi. Senza dimenticare un'occhiatina ai festeggiamenti per Italia 150, con la mostra "Fare gli italiani" che presenta una storia patria piuttosto di parte (sinistra) benché finanziata da un'altra parte (destra).

E poi tanto altro ancora su Però Torino.

Però Torino n. 49- 29/04/2011
Però Torino n. 49- 29/04/2011

Non c'è solo Milano nella morsa della mafia, al Nord. Benché i grandi media ne parlino poco, anche Torino risulta essere - secondo una ricerca dell'università Cattolica che Però pubblica in esclusiva - vittima di importanti infiltrazioni mafiose.

Abbiamo titolato questo numero "Mafia in bagnacauda", citando nella copertina la famosa prima pagina dello Spiegel che nel 77 mise una p38 su un piatto di spaghetti. Secondo i dati statistici della Cattolica, dopo Milano, ci sono Novara e per l'appunto Torino: entrambe patiscono fortissimi interessi della mafia (e, nel caso del nostro capoluogo, soprattutto della ndangheta) in appalti, lavori, riciclaggio di denaro sporco, gestione del potere.

E poi tanti altri articoli sulla vita della nostra città, non ultima un'analisi sulla difficile trattativa alla ex Bertone, che vede contrapposta la Fiat ai lavoratori. Buona lettura.

 

Però Torino n. 48- 14/04/2011
Però Torino n. 48- 14/04/2011

Si va verso le amministrative. Abbiamo sentito i candidati alla poltrona di sindaco, da Fassino a Coppola, da Musy a Bertola, per scoprire un lato nascosto (sino ad ora) delle persone che dovremo votare. Un lato più privato e meno pubblico. Con una splendida copertina, firmata dall'impareggiabile Benny! E poi un'intervista sul satanismo a Torino, l'invasione di studenti cinesi al Politecnico della nostra città, la disputa per la costruzione della Moschea a Borgo Aurora. Buona lettura.

 

Però Torino n. 42- 23/07/2010
Però Torino n. 42- 23/07/2010

Un numero "estivo" di Però, con tanti consigli utili per una vacanza "in forma" e una copertina non dedicata alla politica o alla cronaca. Ma anche la rivista numero 42 parla dei problemi e delle prospettive della città, con inchieste sulla nuova Ztl, sul futuro della Fiat a Torino, sul successore del Cardinale Poletto e tanto altro ancora. Non perdetevi l'elenco delle manifestazioni e delle occasioni di svago a Torino e in Piemonte, per chi trascorrerà agosto in città.

 

Però Torino n. 41- 25/06/2010
Però Torino n. 41- 25/06/2010

Come vengono spesi gli ingenti fondi che il Comune ha a disposizione per gli zingari? La nostra inchiesta svela qualche succulento particolare. E poi la politica culturale della Regione, con un'intervista all'assessore Michele Coppola, l'intervento di Carlo Sburlati (assessore alla Cultura di Acqui Terme) e quello di Mauro Scacchi. Sul numero 41 di Però, anche un viaggio per le tante radio piemontesi, la storia di uno strano master comunale che pare fatto apposta per "piazzare" i portaborse dei vari potenti e le manifestazioni del mondo del volontariato per promuovere la salute ai Giardini Reali. Buona lettura...

 

Però Torino n. 40- 21/05/2010
Però Torino n. 40- 21/05/2010

In una scuola elementare di Santa Rita, un bambino ha tentato mozzare il lobo auricolare di una piccola compagna. I disagi psichici di tanti figli di famiglie statisticamente normalissime.

In prima elementare prende le forbici dal cassetto della maestra, si avventa sulla piccola compagna di classe e tenta di mozzarle l’orecchio. Succede anche questo, a Torino: bambini dai comportamenti violenti, che vanno addirittura al di là del comune bullismo e che si inscrivono nel capitolo della noia, dell’indifferenza per l’altro e della prevaricazione incosciente. Oltretutto, non stiamo parlando di una scuola in un quartiere di frontiera, con bambini di diverse provenienze internazionali o con genitori di basso reddito e di livello culturale non altissimo. Leggi questa e le altre notizie di "Però" numero 40...

 

Però Torino n. 39 - 23/04/2010
Però Torino n. 39 - 23/04/2010

Roberto Cota come Barack Obama? E' questo l'accostamento che la rivista "Però", in distribuzione questa mattina il numero 39, fa tra l'elezione di un presidente leghista in piazza Castello e quella di un presidente di colore alla casa bianca. Così, mentre alcuni schemi mentali e tanti preconcetti vengono scardinati a Washington come (mutatis mutandis) a Torino, si parla anche della sconfitta politica degli ex di Forza Italia. I quali, malgrado il successo alle urne della coalizione, si trovano con il coordinatore Enzo Ghigo che non riesce a fare il ministro dell'Agricoltura e cinque assessori (su 12 più il presidente) con le deleghe "prosciugate" dallo tsunami leghista. C'è poi il ricordo degli anni di piombo da parte di due giornalisti che allora stavano uno a sinistra, l'altro a destra: Steve Della Casa e Augusto Grandi.

Però Torino n. 38 - 23/03/2010
Però Torino n. 38 - 23/03/2010

Un'inchiesta sulle spese del Comitato Italia 150, che deve coordinare le manifestazioni giubilari per il centocinquentenario dell'unità patria, apre la rivista. Con approfondimenti sul mega finanziamento regalato all'ultimo film di Martone "Noi credevamo". E poi il record tutto torinese dei sexy shop: siamo la città che ne ha di più. Cosa resta dei giochi olimpici? Un'impietosa analisi costi benefici dei cinque cerchi ormai passati da quattro anni. E tanto altro ancora, nel numero 38 di Però Torino.

Però Torino n. 37 - 12/03/2010
Però Torino n. 37 - 12/03/2010

Il numero 37 di Però Torino è inevitabilmente dedicato alle elezioni regionali (con un servizio che parla dei gadget e delle "follie" dei vari candidati alla rincorsa di ogni singolo voto). E poi una lunga inchiesta sulle centinaia di cani da adottare, per ora residenti nei vari canili municipali; i litigi preventivi per la ventilata apertura di CaRiTo, la nuova cassa di risparmio torinese "costruita" sull'asse con Genova; tutti i rischi delle ultime politiche in casa Fiat: "cuore e cervello" resteranno a Torino, dicono i vertici. Ma tolte gambe, braccia, polmoni, reni e qualche altro ammennicolo, siamo sicuri che l'encefalocardiaco resisterà?; per finire, il successo mediatico del sindaco di Settimo Corgiat, che guadagna la copertina di "Wired" e quello de "Lo Spiffero", il sito di Bruno Babando che è il vero fenomeno editoriale dell'anno.

Però Torino n. 36 - 26/02/2010
Però Torino n. 36 - 26/02/2010

Per chi scommettiamo? I "bookmaker" clandestini di Porta Palazzo sono scatenati sulle previsioni per le elezioni regionali di marzo: Mercedes Bresso è quotata a 1,45 e Roberto Cota a 1,85

Ma la bagarre più lucrosa è per i singoli candadidati