Errore
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JCacheStorageFile::_deleteFolderJLIB_FILESYSTEM_DELETE_FAILED
  • JLIB_FILESYSTEM_ERROR_PATH_IS_NOT_A_FOLDER_FOLDER
  • JLIB_FILESYSTEM_ERROR_PATH_IS_NOT_A_FOLDER_FILES
A+ A A-

Torino: si era laureato vendendo accendini, ora è cittadino italiano

tricoloreTORINO 6 dic (Però Torino) - La sua storia aveva fatto il giro d'Italia: a ottobre era riuscito a laurearsi in ingegneria al Politecnico di Torino, pagandosi gli studi vendendo gli accendini per strada.

 

Ma adesso Rachid Khadiri, il 26enne marocchino protagonista di questa bella storia, è anche diventato a tutti gli effetti italiano. Questa mattina infatti il sindaco Piero Fassino gli ha conferito la cittadinanza.
Ma niente corsia preferenziale per lui, come potrebbe pensare qualche maligno. Tutto si è svolto secondo le regole e con le tempistiche (lunghe) necessarie.

 

Le notizie di Torino anche su Facebook, entra qui e clicca su "mi piace"

 

"Siamo felici - ha detto Fassino congratulandosi con lui - che il percorso di Rachid sia oggi onorato dalla cittadinanza. Speriamo questo esempio sia utile a tanti per un percorso di integrazione indipendentemente da quale sia la lingua, la religione o il paese di provenienza. A Torino vivono 150 mila stranieri e la nostra è una città di integrazione e che offre a tutti le stesse opportunità. Noi vogliamo che chi vive in questa città si senta cittadino italiano".

 

"Sono contento per me e per tutti coloro che in questi anni mi hanno aiutato, è il coronamento di un sogno", ha detto Rachid nella sala dell'Anagrafe di Torino dove ha giurato fedeltà alla Repubblica Italiana e alle sue leggi.

eMotiKO 300 x 250 Nuovi